2006

ATTIVITA' SOCIALI

MASSAFRA (TA) - Pasqua all'Appia Palace Hotel

26 OTTOBRE 2006 - BARI - Incontro al Circolo Unificato

Alle ore 18:00 presso il Circolo Unificato di Via Villari a Bari, durante la “XXI Mostra Micologica Regionale” organizzata dalla Sezione U.N.U.C.I. di Bari e curata dal dott. Alberto Mazzariello, ha avuto luogo la consegna dei premi per le seguenti attività:

“Gara di Tiro Trofeo dedicato alla Memoria del Gen. Muraro”

Dragon Recon” – Gara Internazionale per Pattuglie Militari

Il relatore della serata è stato il Gen. B. Amato MANSI, Presidente della Sez. U.N.U.C.I. di Bari e Delegato Regionale che ha avuto una platea di personalità di spicco come il C.te del 7^ Reggimento Bersaglieri Col. A. RANDINE,  il C.te della Compagnia C.do Supporto Logistico (del medesimo Rgt.) Cap. M. GENCHI, il Presidente della Sezione U.N.U.C.I. “Ten.Col. R.D. Lupo” di Taranto Ten. A. VECCHIONI con il Consigliere di Sez. Ten. F. BARDARE’. Non potevano mancare, inoltre, i soci attivamente partecipi alle attività addestrative anche di altre Sezioni cooperanti con quella di Bari: Ten. Gua. (F.C.) A. De Florio (UNUCI Taranto), Ten. A. G. Cianciola (UNUCI Bari), Ten. Gua. V. Gentile (UNUCI Bari), Ten. Trasm. G. Diconno (UNUCI Bari), S.ten. A. Alp. D. Gentile (UNUCI Bari), S.ten. S.M.O.M. A. Sorino.

E’ rilevante l’operosa collaborazione tra la Sezione di Bari e la Sezione di Taranto con l’obbiettivo comune di mantenere sempre vivi i legami tra soci (Forze di Completamento, personale in congedo) con la realtà contemporanea del Servizio Attivo.

Tale incontro ha favorito anche la divulgazione di attività addestrative creando un solido incentivo futuro.

Un grazie particolare al Gen. B. Amato Mansi per l’organizzazione dinamica e fattiva di tutte le attività.

Di seguito la graduatoria della Gara di Tiro:

Squadra 1^ Classificata “UNUCI Taranto 1”:

Col. Giovanni Favero

Ten. Luciano Torro

1^ M.llo Cosimo Mastillone

Squadra 2^ Classificata “UNUCI Taranto 2”:

C.V. Giovanni Passafiume

Ten. Luciano Guerra

Ten. Guido Patrono

Squadra 3^ Classificata “UNUCI Bari 3”:

S.ten. Celestino Balacco

S.ten. Antonio Sorino

S.ten. Massimiliano Di Febo

Per quanto riguarda la DRAGON RECON la graduatoria generale è possibile visionarla sul link:

 La pattuglia 1^ Classificata “UNUCI Bari 2”per Movimento Tattico:

Cap. CC Marco Zamporlini

Ten. CC Angelo De Fiore

Ten. Gua. (F.C.) Aldo De Florio

S.ten. S.M.O.M. Antonio Sorino

La coppa è stata consegnata dal C.te del 7^ Rgt. Bersaglieri Col. Randine al Ten. De Florio in quanto i componenti Cap. Zamporlini e Ten. De Fiore impegnati per servizio fuori sede che ringraziano e salutano il Presidente della Sezione di Bari.

Il trofeo è stato donato al Gen. B. Mansi Presidente di Sezione.

Ten. Gua. (F.C.) Aldo De Florio

MURGIA 2006

Il Maggiore Porcelli (31^ Rgt Carri) presenta la forza al Generale A. Mansi (Delegato Regionale UNUCI) la mattina del 17 giugno all'alzabandiera.

Il 16 e 17 giugno 2006 la Sezione Regionale di Puglia – Basilicata dell’U.N.U.C.I. di Bari ha organizzato la V Edizione della gara – esercitazione per pattuglie militari “MURGIA 2006”.

Il Generale Amato Mansi, presidente della Sezione di Bari e coadiuvato da tutto il suo staff, ha organizzato tutto nei minimi dettagli con il disponibile supporto del 31^ Reggimento Carri di Altamura (BA) che ha offerto personale , mezzi e logistica per lo svolgersi della gara.

In questa edizione le attività sono iniziate il pomeriggio del venerdì presso la Caserma Trizio di Altamura, sede il 31^ Rgt. Carri, dove sono stati alloggiati i partecipanti e organizzata una serata conviviale gustando specialità locali pugliesi.

Il mattino di sabato 17 giugno, dopo l’alzabandiera, si è dato inizio alla esercitazione alla quale hanno partecipato numerose pattuglie formate da personale in servizio attivo come il 31^ Rgt. Carri, il 7^ Rgt Bersaglieri (con 3 pattuglie), Rep. Cdo. e Spt. Tat. Pinerolo e personale in congedo appartenenti all’UNUCI. ANGET, ANPdI e Associazioni d’Arma, provenienti anche da altre regioni come la Sez. UNUCI Avellino-Benevento.

In questa edizione per la prima volta ha partecipato, nell’aliquota del personale in servizio, una pattuglia di Sommergibilisti del “Sommergibile Longobardo” di stanza a COMFORSUB Taranto (ex MARICOSOM) formata dal S.T.V. Emanuele BISCINI e S.T.V. (GN) Gabriele GIORGINO cimentandosi nelle attività valutative che, pur non essendo di loro specialità, sono state sostenute e superate.

La sera del venerdì 16 giugno ha avuto luogo un primo briefing illustrativo, l’accasermamento del personale e cena; la mattina successiva, sabato 17 giugno dopo l’alzabandiera, si è dato inizio all’esercitazione che si è svolta su circa 10 Km. di  terreno prevalentemente pianeggiante delle Murge. Il caldo implacabile non ha certo scoraggiato le pattuglie che hanno sostenuto prove di orientamento topografico, NBC, riconoscimento mezzi, lancio bomba (inerte) e First Aid. La graduatoria ha avuto un carattere sportivo, l’intento della gara – esercitazione è  quello di rinsaldare i principi di informazione e coesione del personale in servizio con quello in congedo e interscambio tra le varie F.F. A.A. e Corpi Armati dello Stato.

Graduatoria della pattuglie composte da personale in servizio attivo:

 1° class.: Rep. Cdo. e Spt.Tat. Pinerolo (ANGET)
 2° class.: 31^ Rgt. Carri
 3° class.: 7° Rgt. Bersaglieri , Pattuglia “El Alamein”

Graduatoria della pattuglie composte da personale non  in servizio attivo:

 

 1° class.: UNUCI BARI – Nucleo Altamura
 2° class.: UNUCI Bari 1
 3° class.: UNUCI Bari 2

Si ringraziano tutti i Comandi e le Associazioni ed in particolare il 31^ reggimento Carri per il prezioso e disponibile sostegno fornito.

Ten. Gua. (F.C.) Aldo De Florio

Gara di Pattuglie Militari 4 aprile 2006 - UNUCI di Caserta Comune di Ruviano

Classifica Generale DRAGON
GRIFO
Alzabandiera Caserma Trizio sede del 31^ Rgt. Carri
Gara Orientamento

GRIFO 2006

La Grifo 2006 è arrivata alla 16^ edizione.

La gara/esercitazione organizzata dall’UNUCI di Perugia con il patrocinio di vari enti tra i quali lo SME, la Prefettura, Comune di Mariano e la partecipazione dell’Associazione Radioamatori di Perugia, CRI e Protezione Civile,  si è svolta puntuale e precisa come ogni edizione agevolata dalle condizioni meteo ideali.

Hanno partecipato Reparti in servizio, Sezioni e Associazioni provenienti da tutta Italia: Savoia Cavalleria, Direzione Generale Armamenti Aeronautici, UNUCI Acireale, ANPdI di Monza, UNUCI Puglia (Sez. di Bari e Sez. di Taranto), UNUCI Ancona / ANPdI Perugia, UNUCI Massa, UNUCI Roma. E’ stato tutto curato nei particolari, con professionalità e competenza senza tralasciare alcun passaggio o buchi organizzativi dell’esercitazione al punto che è stato svolto al termine della stessa un debrifing con richiesta di interventi da parte dei partecipanti per raccogliere suggerimenti per le edizioni successive, cosa che non risulta essere sempre presente in altre manifestazioni dello stesso carattere.

L’esercitazione è stata suddivisa in due fasi: nella prima fase sono state sostenute prove di topografia e orientamento (diurno e notturno); attivazioni ed azioni tattiche di vario tipo; pronto occorso (First Aid); riconoscimento Mezzi, Aeromobili, Sistemi d’Arma; marcia commando e tempo totale di percorrenza; tiro; esplosivi; simboli tattici; allestimento ZAE.

La  seconda fase è stata organizzata per realizzare una vera e propria missione: pianificazione, studio della missione ed emanazione ordini; acquisizione obiettivi e neutralizzazione; rapporto di Pattuglia.

Un particolare degno di rilievo è stato l’attiva partecipazione del Nucleo IEDD Carabinieri  di Perugia che ha allestito la prova teorico pratica sull’impiego degli esplosivi.

La pattuglia UNUCI Puglia ha partecipato con il seguente organico: Ten. Guastatori Aldo De Florio (UNUCI Taranto), Ten. Artigliere Giuseppe Cianciola (UNUCI Bari), S.Ten. SMOM Antonio Sorino (UNUCI Bari) classificandosi decima. La graduatoria generale è disponibile online sul sito www.unuciperugia.it . La graduatoria è stata effettuata con difficoltà perché pochi punti hanno fatto la differenza tra i partecipanti che hanno dato esempio di grande impegno e correttezza.

Al termine della esercitazione, domenica 7 maggio c. a., alla presenza del Comando del Distretto Militare, Comandante dell’Ufficio Pubbliche Relazioni RFC di Perugia, Comandante della Cp. C.C. di Perugia, delle Autorità Locali e del Presidente dell’UNUCI Perugia Gen. Stella si è svolta la cerimonia conclusiva e premiazione presso il Monumento ai caduti di S. Mariano di Corciano, dove sono stati ricordati i Caduti di Nassirya e di tutti coloro che hanno sacrificato la vita per la Patria.

La Sezione UNUCI di Taranto “Ten.Col. Renato D. Lupo” ringrazia la Sez. UNUCI di Perugia e l’Amministrazione del Comune di S. Mariano di Corciano per la gentile ospitalità e la Sez. Provinciale di Bari.

Ten. Guastatori (FC) Aldo De Florio

80^ ANNIVERSARIO

Assemblea Generale Soci 16/12/06

 

Sigg. Soci UNUCI, gentili ospiti, prima di iniziare questo ns. incontro desidero ricordare brevemente il ns. Presidente Nazionale, Gen. C.A. Fortunato Pietro Muraro, dimessosi per ragioni di salute il 5 settembre c.a. è deceduto dopo 20 gg., precisamente il 24 dello stesso mese.

Io che l’ho conosciuto personalmente, posso assi­curarVi che era un perfetto democratico nel sen­so letterale della parola, in quanto non ha mai fatto soppesare il suo elevato grado ri­vestito nelle FF AA. .

Si è sempre impegnato nel campo del proselitismo e ricordo un suo editoriale apparso sulla nostra Rivista  “UNUCI”  lo scorso anno intitolato “Socio porti Socio”.

Inoltre ha sempre insistito con noi Presidenti di considerare la ns. Ass/ne d’Arma anche come club, organizzando manifestazioni non solo a ca­rattere addestrativo ma anche socio culturale, tanto da coinvolgere anche i familiari.

Nell’ambito degli Uffici della Presidenza ha vo­luto incrementare l’assistenza giuridico/ammini­strativa agli Ufficiali provenienti dal servizio attivo,come viene riportato ampiamente e puntualmente dalla ns. rivista sotto la voce “Tutela degli Iscritti”.

Inoltre ha ottenuto dallo S.M. Difesa di contribuire e diffondere le caratteristiche delle “Forze di Completamento”  e della  “Riserva Selezionata”.

Con orgoglio posso riferirVi che il Gen. Muraro ave­va una particolare predilezione per questa Sezione, tanto da portarla ad esempio nella riunione dei Pre­sidenti nell’aprile scorso per il notevole svilup­po avuto in questi ultimi anni. In detta occasione si é compiaciuto rilasciare a questa Sezione il quarto attestato di benemerenza nell’arco di questi ultimi 4 anni.

Per quanto riguarda la domina del nuovo Presidente Nazionale, Vi informa che il Ministro della Difesa ha proposto il Gen. C.A. dei CC. Giuseppe RICHERO e, pertanto,si attende la relativa delibera del Consi­glio dei Ministri,

Desidero dedicare alcuni momenti di questo mio intervento all’80° anniversario della Costituzione dell’UNUCI che, come noto, il riconoscimento ufficia­le avvenne il 9 dicembre del 1926 con l’obiettivo, come riportato dallo Statuto,di “concorrere alla preparazione spirituale e tecnica degli Ufficiali in congedo delle FF.AA.”

Subito dopo la prima guerra mondiale, in un periodo piuttosto turbolento sia sociale che politico, uno sparuto gruppo di Ufficiali in congedo, reduci del conflitto, lanciò l’idea di costituire un’Associazione di Ufficiali in congedo, proposta che fu ac­colta da altri volenterosi in varie parti d’Italia. Da qui sorse la vita del ns. Sodalizio voluto sopratutto dal governo dell’epoca. (1).

In questi 80 anni di vita, il ns. Sodalizio ha vis­suto momenti esaltanti sia per numero di associati che per visibilità fino agli anni 40, mentre dopo le tristi vicende della seconda guerra mondiale c’è stato un comprensibile periodo di appannamento e di riorganizzazione. Addirittura negli anni ‘70 ha dovuto energicamente reagire ad un tentativo di soppressione del ns. Sodalizio, grazie all’impegno del Presidente dell’epoca, Gen. C.A. Vedovato, che riuscì ad ottenere il riconoscimento dell’UNIONE come “Ente Pubblico non economico” ed “Organo ausiliario delle FF.AA.”.

Con questi riconoscimenti Ufficiali il ns. Sodalizio ha potuto riprendere con tranquillità il suo cammino fino ai ns. giorni, in cui gode nella Nazione prestigio e rispetto.

Pertanto, sono sicuro che si potrà guardare con estrema serenità al futuro di questa UNIONE, purché l’impegno di tutti gli Associati, nei vari livelli, continui ad operare con entusiasmo e spirito di abne­gazione.

Desidero intrattenerVi, anche se brevemente, su alcuni argomenti riguardanti questa ns. Sezione.

Il numero degli iscritti è rimasto inalterato, grazie ad alcuni di voi che hanno voluto tesserare, come Ami­ci UNUCI, la consorte o un familiare. Porto ad esempio un ns. Socio che ha voluto tesserare  3 componenti di famiglia: la moglie Uff/le della CRI, il figlio ed un nipote.

E’ opportuno invogliare i vecchi iscritti a riprendere l’iscrizione all’UNUCI, in quanto con le ulteriori diminuzioni del contributo annuale dello Stato, per le note vicende riguardanti le ultime finanziarie, il ns. Sodalizio si troverebbe in serie difficol­tà finanziarie.

Con l’inizio di questo mese è iniziato il tesseramen­to del 2007; le quote sono rimaste inalterate:

€ 30  So­cio ordinario, € 40 sostenitore Ed € 50 benemerito. La quota dev’essere versata direttamente in Sezione oppure a 1/2  c.c.p. intestato ad  UNUCI  Taranto.

L’anno sociale 2006 si conclude domani a Bari  con la partecipazione di un folto ns. gruppo al raduno interregionale al Sacrario dei Caduti d’Oltremare.

Le varie attività programmate per quest’anno sono state realizzate, tranne quella ad Otranto che faremo senz’altro nel prossimo anno unitamente a quelle del programma speditovi a 1/2 posta nel novembre scorso.

 

Desidero segnalarvi che il settore sportivo é stato notevolmente incrementato:la squadra di tiro a segno con pistola e carabina, composta dal Col. Favero Gianni., S.Ten. Torro Antonio e Capo Amico U.N.U.C.I. Mastillone Cosimo si è classificata prima sia al torneo UNUCI di Foggia che a quello di Bari, inoltre il Capo Ma­stillone è risultato primo alla pistola standard ed a quella combinata aggiudicandosi 2 coppe. Una seconda squadra, composta dal C.V. Passafiume Gianni, dal Ten. Guerra Luciano e dal Ten. Patrono Guido è ri­sultata 2^ al trofeo organizzato a Bari.

Inoltre il Ten. De Florio Aldo, qui presente come al­fiere, ha partecipato come caposquadra UNUCI  Puglia alla gara di orientamento e pattugliamento organizzata da UNUCI   Napoli a Persano,  la squadra si è classificata 1^ per “Movimento Tattico” su 37 squadre internazionali.

A questi Soci, che onorano con la loro attività sportiva la Sezione di Taranto, va il ns. ringraziamento con un doveroso applauso.

Vi informo che il ns. Socio, Co1. Bavero, ha intenzione di costituire un gruppo filatelico con incontri quindicinali in Sezione, mentre il Ten. Adamo una compagnia dialettale ed il Ten. De Torio il gruppo dei giovani per 1e varie gare di orientamento.

Vi preciso che alle predette attività possono iscriversi anche i familiari; le adesioni vengono raccolte in Sezione.

Vi confermo che l’anno prossimo scade il mio quinquen­nio del  mandato di Presidente, per cui nel novembre del 2007 saranno indette le relative elezioni. Vi preciso che il ns. Statuto prevede che il Consiglio Direttivo della sezione indichi una terna di nomi, mentre è an­che previsto che i Soci, in quanto siamo tutti elettori passivi e attivi, possano autocandidarsi a condizione che facciano pervenire la richiesta, accompagnata da un breve curriculum vitae, entro i primi del mese di ottobre.

A tempo debito Vi saranno comunicati giorno ed ora delle votazioni.

Prima di procedere alla consegna degli attestati, cedo la parola per i Vs. interventi.

Procedo alla consegna degli attestati di benemerenza in ordine di tipologia ed alfabetico.

Per ultimo desidero festeggiare con Voi tutti il de­cano della Sezione, Cap. E0L0 AGRUSTA, che il 7 settembre scorso ha compiuto il 100° genetliaco.

Caro Capitano,siamo molto lieti ed onorati di annove­rarla come ns. socio; Lei per noi è un esempio lampan­te di attaccamento e fedeltà al ns. Sodalizio,è un sostenitore dei valori spirituali della ns. UNUCI.

Per questa felice occasione Le consegno, a nome di tutti gli Ufficiali in congedo di Taranto, un modesto ricor­do,che vuole dimostrare sincero affetto e stima che nutriamo per Lei  e concludo augurandoLe lunga vita, con l’auspicio che possa essere tra noi ancora per molti anni.

Prima di dichiarare chiusa questa riunione, Vi ringrazio per la Vs. cortese partecipazione e Vi auguro buone feste natalizie. 

 

Il Presidente Ten. Antonio Vecchioni

La prima Sezione é stata istituita a Milano nel 1919 denominata “Associazione Lombarda degli Ufficiali in Congedo”, mentre a Taranto sorse intorno al ’20 come “Associazione Jonica degli Ufficiali in Congedo”

IN COSTRUZIONE